LA COMUNITA' DIURNA per minori, o comunità leggera, è una forma di accoglienza che attua una diversa modalità di supporto al minore senza attuare la separazione dalla famiglia e il collocamento in comunità. L'Associazione prende in considerazione questa forma di accoglienza, dove il termine ACCOGLIENZA si apre ad altri significati, quali la vicinanza al disagio, alle fatiche dei minori e delle loro famiglie, l'accompagnamento e l'affiancamento dei genitori. Questa nuova forma di accoglienza per l'associazione prevede, ovviamente, un accordo con i servizi invianti e il nucleo stesso, realizzandosi in un regime di consensualità, con una attiva partecipazione di tutti i soggetti coinvolti nella rete. Il personale è costituito dalla Coordinatrice dei servizi, da 2 Educatrici e da 2 Volontarie

 



DESTINATARI DEL PROGETTO: L'intervento è rivolto ad un massimo di 5/7 minori, dai 5 ai 11 anni di età, su progetto del Servizio Sociale concordato con la famiglia e l'Associazione. Offre al bambino l'opportunità di uno spazio educativo in cui vivere esperienze positive e relazioni significative con coetanei ed educatori.
 


 

MODALITA' E TEMPI DI ACCOGLIENZA: L'accesso al servizio avviene su richiesta del Servizio Sociale della zona di residenza del minore. La domanda di inserimento verrà valutata dall'equipe della struttura che, in accordo con i soggetti coinvolti, formulerà un progetto educativo individuale per il minore. L'accoglienza è prevista dal lunedì al venerdì  dalle 16 alle 19 e fino alle ore 20.00 per la sera in cui si condivide la cena. La durata del periodo di accoglienza, che non potrà comunque superare il tempo dell'anno scolastico dei minori, ossia da settembre a luglio, verrà valutata dall'assistente sociale titolare in accordo con l'equipe della Comunità Leggera.

 



SEDE DEL PROGETTO: 
Via Libertà, 2 Cinisello Balsamo (Milano). Gli spazi comprendono: 2 sale giochi (con TV e angolo morbido), una sala studio con i compiti, una camera con lettino, una cucina con annessa sala da pranzo, un terrazzo e due bagni.
 


 

FILTRI DI ACCOGLIENZA: La struttura non è dotata di ascensore ed è collocata al primo piano; queste barriere architettoniche impediscono di accogliere minori con disabilità fisiche. Inoltre, per la tipologia del progetto, si escludono minori con patologie psichiatriche accertate.